L’educazione fisica nella scuola primaria: nuovi scenari

Dall’ anno scolastico, 2022/2023, per la scuola primaria ci sarà il docente specialista di educazione motoria: la legge n. 234/2021, prevede infatti che l’insegnamento di educazione motoria sia introdotto per la classe quinta a decorrere dall’anno scolastico 2022/2023 e per la classe quarta a decorrere dall’anno scolastico 2023/2024.

Le ore di educazione motoria sono affidate a docenti specialisti forniti di idoneo titolo di studio, sono aggiuntive rispetto all’orario ordinamentale di 24, 27 e fino a 30 ore previsto dal decreto del Presidente della Repubblica n. 89/2009.

Tematica SSD CFU Ore
Legislazione scolastica, autonomia scolastica e il suo percorso normativo M-PED/01 12 0
Indicazioni nazionali del curricolo M-PED/01 6 0
Aspetti generali di supporto alle disabilitĂ , BES e DSA M-PED/03 10 0
L';importanza del movimento nell'etĂ  scolare: il corpo in movimento M-EDF/01 6 0
L'utilizzazione delle tecnologie nella didattica M-PED/03 6 0
Processi di apprendimento ed evoluzione delle abilitĂ  motorie M-EDF/02 6 0
Valutazione didattica e motoria M-PED/04 6 0
Il gioco, lo sport, le regole e il fair play M-EDF/02 6 0
Salute e benessere, prevenzione e sicurezza MED/42 2 0
Prova finale 0

Il percorso formativo attivato dall’Ateneo si pone un triplice obiettivo:

a) Fornire ai docenti di scuola dell’infanzia e primaria una adeguata formazione di base per poter inserire in modo qualificato e specifico l’insegnamento della disciplina nell’ambito curricolare. Il titolo conseguito potrà essere considerato qualificante, nell’ambito delle scelte autonome della singola Istituzione scolastica, per poter interpretare la figura di specialista/specializzato

b) Fornire agli stessi docenti la possibilità di iscriversi al percorso di laurea della stessa Università per conseguire la laurea triennale in Scienze Motorie. Il percorso formativo compiuto farà acquisire crediti formativi universitari in base al regolamento di Ateneo e potrà permettere l’iscrizione al secondo anno di corso

c) Fornire ai docenti della scuola secondaria competenze specifiche per l’insegnamento nella scuola dell’infanzia e primaria

L’ applicazione del sistema di mediazione penale minorile ha consentito di armonizzare competenze giuridiche, pedagogiche, psicologiche e metodologiche assicurate dai diversi professionisti che interagiscono nel contesto giudiziario con il fine ultimo di favorire percorsi di risocializzazione dei minori autori di reato. Negli anni più recenti, la mediazione si è affermata in diversi ambiti familiare, civile, sociale, culturale, penale e si stà rivelando di particolare utilità nel settore della giustizia minorile. Il corso di mediatore penale e penale minorile ha l’obbiettivo di formare gli operatori in metodologie efficaci nella gestione delle procedure di mediazione penale.

Il mediatore minorile Ă© un professionista chiamato a svolgere il proprio  ruolo professionale sia all’interno del sistema della Giustizia Penale sia all’interno di  strutture  educative e rieducative. Lo sbocco professionale per questa figura è pertanto rappresentato dall’impiego presso i Servizi di Mediazione pubblici e privati presenti sul territorio Nazionale. Può operare all’interno di equipe costituite da operatori giuridici e psicosociali qualora l’intervento tecnico di mediazione venga richiesto da:

  • il Procuratore della Repubblica c/o il Tribunale per i minorenni
  • il Tribunale per i minorenni (Collegi GUP  e di dibattimento)
  • dai servizi minorili della Giustizia e dagli Enti locali,
  • dai legali delle parti
  • dai diretti interessati 

Ai corsisti vengono richiesti i seguenti adempimenti:

  • studio del materiale didattico appositamente preparato;
  • superamento dei test di autovalutazione somministrati attraverso la piattaforma PegasOnline;
  • partecipazione alle attivitĂ  di rete;
  • superamento dell’esame per ogni singolo INSEGNAMENTO A SCELTA per un max di 48 CFU tra quelli previsti dalla tabella Ministeriale D.M. N.259 del 9.5.2017;
  • superamento della prova finale, relativa agli esami obbligatori di Didattica dell’Inclusione ed Ordinamenti scolastici e autonomia scolastica.

Gli esami si terranno presso le sedi dell’Ateneo.

Costituiscono titolo di ammissione al Corso:

  • diploma di laurea quadriennale del previgente ordinamento;
  • diploma di laurea triennale e/o laurea magistrale.
  • Durata 1500 ore
  • Codice MA1564
  • CFU 60
  • Prezzo 1700€
  • Iscrizioni Aperte

la nostra offerta formativa

Corsi in evidenza

Scopri alcuni dei corsi previsti dalla nostra ampia offerta formativa

Laurea Magistrale a Ciclo Unico in Giurisprudenza
  • Laurea Magistrale a Ciclo Unico
  • Classe LMG-01
  • CFU 300
  • Iscrizioni Aperte
Laurea Magistrale Biennale in Scienze e Tecniche delle AttivitĂ  Motorie Preventive e Adattate
  • Laurea Magistrale Biennale
  • Classe LM-67
  • CFU 120
  • Iscrizioni Aperte
Laurea Magistrale Biennale in Scienze della Nutrizione Umana
  • Laurea Magistrale Biennale
  • Classe LM-61
  • CFU 120
  • Iscrizioni Aperte

Richiesta Informazioni

Richiedi senza impegno una consulenza gratuita con il nostro ufficio orientamento.