Graduatorie GPS 2024: Aggiornamento

Nel corso del 2024 è tanto atteso dagli aspiranti docenti l’aggiornamento delle graduatorie GPS, che sarà valido per il biennio scolastico 2024/2025 e 2025.

Come funziona il sistema delle graduatorie GPS?

Le GPS, ovvero le graduatorie provinciali supplenze, sono il sistema di graduatorie utilizzato dalle scuole italiane per convocare personale supplente durante l’anno scolastico. Il ricorso a questa tipologia di graduatorie avviene una volta che le GaE, ovvero le graduatorie ad esaurimento in cui sono presenti i docenti abilitati, risultino esaurite per scorrimento e ci siano ancora posti vacanti da coprire. Le GPS si dividono in due categorie principali: posto comune (appartenenti alle classi di concorso A o B per ITP) e posto sostegno, oltre alle GPS personali educative. In entrambe le categorie, cioè posto comune e posto sostegno, esistono due fasce distinte in base ai titoli di accesso. Nell’anno intermedio di validità delle graduatorie, viene aggiunto un elenco alla prima fascia per coloro che conseguono nel frattempo il titolo di abilitazione o specializzazione.

Graduatorie GPS aggiornate

In attesa di comunicazioni ufficiali da parte del Ministero dell’Istruzione e del Merito, si attende che diventino ufficiali le graduatorie GPS aggiornate, valide per l’anno scolastico 2024/2025 e per quello successivo. L’aggiornamento comprenderà sia docenti già presenti negli elenchi, che l’inserimento di aspiranti docenti che hanno acquisito il titolo di accesso. La domanda di inserimento nelle GPS deve essere fatta in modalità telematica, attraverso il portale istanze online. Il termine per presentare domanda, come succede di solito, è di quindici giorni dall’aggiornamento degli elenchi GPS. Per l’inserimento nelle graduatorie GPS è possibile scegliere una sola provincia per classe di concorso per cui si presenza istanza di inserimento. Negli ultimi tre anni le GPS sostegno prima fascia sono state utili per l’assunzione di personale a tempo determinato, per il 2024/25 non c’è (o non c’è ancora) una normativa che autorizzi questa cosa.

Graduatorie GPS su posto comune

Nel 2023/24 le GPS erano costituite da sottofasce sia per posto comune che posto sostegno. Prima fascia dal 2022 a pieno titolo o per ricorso pendente (Fascia 1A) Nell’elenco aggiuntivo alla prima fascia del 2023 a pieno titolo o per ricorso pendente (Fascia 1B) Nella prima fascia dal 2022 con riserva per titolo estero in attesa di riconoscimento (Fascia 1C) Nell’elenco aggiuntivo alla prima fascia del 2023 con riserva per titolo estero in attesa di riconoscimento (Fascia 1D) Nel corso dell’anno scolastico 2023/2024 ci saranno dei nuovi inserimenti in queste graduatorie. In particolare ci saranno gli ingressi di chi avrà conseguito i 60 CFU, procedura che si intersecherà con quella relativa al concorso straordinario-ter. Può darsi, inoltre, che ci sia un inserimento con riserva per le persone che non sono in possesso di titolo idoneo al momento della presentazione della domanda, ma che lo saranno entro il 30 giugno del 2024. Per le GPS seconda fascia su posto comune, in attesa di nuove comunicazioni da parte del Ministero è previsto che possano concorrere le persone con diploma ITP e quelle con una laurea coerente con la classe di concorso.

Graduatorie GPS prima su sostegno

Per le GPS prima fascia posto sostegno sarà necessario: Titolo di specializzazione in possesso entro la data di scadenza per la presentazione della domanda. E’ probabile che ci sia una riserva per quelli che hanno conseguito il titolo estero, entro la data che sarà stabilita dal Ministero, ma sono ancora in attesa di riconoscimento. Per la Seconda fascia posto di sostegno è necessario: Possesso dell’abilitazione oppure del titolo di studio d’accesso alla seconda fascia delle GPS del relativo grado + tre annualità di insegnamento su posto di sostegno nel relativo grado, svolto entro l’anno scolastico 2023/2024. In vista dell’aggiornamento delle GPS 2024 e delle comunicazioni ufficiali del Ministero dell’Istruzione e del Merito, puoi approfittarne per consultare il contenuto del nuovo percorso abilitante dei 60 CFU. Questo percorso è frutto della riforma sul reclutamento e la formazione del personale scolastico, e diventerà ufficiale requisito per l’abilitazione all’insegnamento entro il 2025.

Altro dal nostro blog